Storia, tradizione, istruzione
e innovazione dal 1885

Un ambiente familiare, accogliente e di grande spessore educativo con un’offerta formativa in costante aggiornamento .

Radici nel passato e…

Dal 1885 l’Istituto Santa Maria della Pieve, ispirandosi ai valori cristiani, pone al centro della propria azione educativa e culturale l’alunno che, come persona unica ed irripetibile, viene guidato da un team di professionisti ad esprimere le proprie potenzialità.

FONTE DI VITA

L’Istituto Scolastico Paritario “Santa Maria della Pieve” è gestito dalla parrocchia “S. Maria della Pieve”. Nello stesso edificio hanno sede la scuola secondaria di primo grado e la scuola primaria, sostenuta da una lunga esperienza educativa, con la quale si è costruita nel territorio una stima profonda. La scuola primaria, infatti, fu aperta nel 1885 dalle Madri Canossiane, che già nel 1887 con maestre diplomate impartivano l’insegnamento elementare ad oltre 200 alunne delle tre classi inferiori. Le bambine si fermavano oltre l’orario scolastico e le ragazzine non più soggette all’obbligo scolastico venivano istruite ad ogni sorta di lavori femminili. L’impegno primo delle Madri era quello della formazione cristiana delle ragazze e delle loro famiglie. Oltre all’attività della scuola, infatti, soprattutto alla domenica si proponevano incontri formativi sia per le ragazze sia per gli adulti.

Nell’anno 1946 si ottenne la parifica. A partire dal dopoguerra l’edificio scolastico venne ampliato e via via arricchito di nuove attrezzature e sussidi.

Dal 1993, in seguito al ritiro delle Madri Canossiane, la gestione della Scuola è stata assunta dalla parrocchia “S. Maria della Pieve” e la scuola è diventata paritaria con Decreto ministeriale del 30/11/2000. L’istituzione della scuola secondaria di primo grado, avvenuta nell’anno scolastico 2007/2008 (Decreto ministeriale di Parità prot. 2826/C18 del 26/11/2007), ha corrisposto al bisogno sempre più diffuso, da parte delle famiglie, di una scuola che, in continuità con il percorso formativo già avviato nella scuola primaria, sia in sintonia con le proprie scelte educative ed assicuri una solida preparazione nella prospettiva della continuazione degli studi. L’Istituto Scolastico Paritario “Santa Maria della Pieve” accoglie alunni provenienti non solo dal comune di Castelfranco, ma anche dai comuni limitrofi.

…sguardo al futuro!

La qualità dell’insegnamento è garantita da un gruppo di docenti giovane, preparato e coeso. L’ambiente accogliente, unito alla sezione unica rappresenta per l’Istituto un valore aggiunto in quanto crea un clima di apprendimento stimolante e familiare per bambini e ragazzi.

La storia

Fonte di Vita è, da sempre, l’Associazione dei genitori degli alunni iscritti all’Istituto S. Maria della Pieve. Tutti ne fanno parte, non serve iscriversi. Lo scopo dell’Associazione è supportare il progetto educativo della Scuola, attraverso le relazioni tra le famiglie e, in modo più concreto, con la raccolta di fondi per sostenere e migliorare l’ambiente scolastico e gli strumenti didattici.

Fonte di Vita sostiene la Scuola tramite l’organizzazione di momenti aggregativi: due feste (una castagnata ad inizio anno ed una festa di fine anno) e qualche altro momento conviviale, come gli auguri di Natale. Durante l’anno scolastico 2021-2022 l’Associazione ha potuto organizzare, dopo quasi due anni di inattività forzata, la Castagnata di inizio anno, la Festa della Uova (novità del 2022) e una bellissima Festa di Fine Anno.

“Ognuno di questi eventi ha avuto una riuscita incoraggiante sia come partecipazione che come entrate.”

Con i fondi raccolti, in passato l’Associazione ha finanziato l’acquisto delle LIM, rinnovato le attrezzature dell’aula di informatica, acquistato materiale per le attività di educazione fisica e musicale; dall’a.s. 2020-2021 l’Associazione ha preso in carico il noleggio pluriennale degli strumenti informatici del nuovo laboratorio di robotica; mentre dall’a.s. 2022-23 Fonte di Vita contribuirà al rinnovamento delle lavagne multimediali, che oramai dopo otto-dieci anni sono arrivate a fine vita.

Il più consistente impegno richiesto ai rappresentanti di Fonte di Vita è quindi piacevole: organizzare i momenti di ritrovo, lavorando assieme per la preparazione e durante le feste. E’ loro richiesto di tenere informati i genitori della propria classe sull’organizzazione delle diverse iniziative, per invitarli ad unirsi a loro nell’allestimento e per incoraggiarli a partecipare.